Societario

Costituzione società (vari tipi società)

“La costituzione di società è l’atto pubblico con il quale uno o più soggetti danno vita ad una figura giuridica autonoma, conferendovi beni o servizi per l’esercizio in comune di un’attività economica allo scopo di dividerne gli utili.

Nel nostro ordinamento si possono distinguere le società di persone e le società di capitali.

Le società di persone sono la società semplice (che non svolge attività commerciale), la società in nome collettivo (caratterizzata dalla responsabilità personale illimitata e sussidiaria di tutti i soci) e la società in accomandita semplice (caratterizzata dalla responsabilità solo di alcuni soci- soci accomandatari- che detengono anche il potere di amministrazione).

Le società di capitali sono la società a responsabilità limitata (nella quale i soci non rispondono delle obbligazioni sociali oltre i limiti della quota, caratterizzata per una grande flessibilità delle regole di funzionamento), la società per azioni (dove le partecipazioni sono rappresentate da azioni, e l’attività dell’organo amministrativo è  soggetta a revisione legale dei conti) e le società in accomandita per azioni (dove alcuni soci rispondono personalmente per le obbligazioni sociali ed hanno la rappresentanza della società).

Sono previste inoltre le società a responsabilità limitata semplificata che si caratterizzano per l’assenza di uno statuto sociale e che vengono costituite mediante un modello standard previsto dalla legge.

Start-up e PMI innovative

Start-up e pmi innovative La start-up innovativa è una società di capitali, che può costituirsi anche in forma cooperativa, che ha come oggetto sociale, esclusivo o prevalente, lo sviluppo, la produzione e la commercializzazione di prodotti o servizi innovativi ad alto valore tecnologico.

Le PMI innovative sono le piccole, medie e microimprese che operano nel campo dell’innovazione tecnologica.

Gli strumenti in esame sono stati previsti dal governo per aiutare l’innovazione tecnologica e per rilanciare la produttività e la competitività dell’industria delle piccole e medie imprese italiane, strumento cardine dell’economia italiana.

In tali settori sono presenti numerose agevolazioni, per accedere alle quali è opportuno il confronto preventivo con un professionista per l’impostazione corretta dell’attività.

Cessione di quote

La cessione di quote è il contratto con cui un soggetto, detto cedente, cede e trasferisce ad un altro detto cessionario la sua partecipazione sociale, dietro il pagamento di un determinato prezzo.

Cessione di Aziende

La cessione di azienda è il contratto con il quale l’imprenditore cede e trasferisce ad un altro soggetto il complesso dei beni da lui organizzati per l’esercizio dell’impresa. Nel contratto è opportuno disciplinare con attenzione le sorti dei beni, ditta, insegna, marchio, debiti, crediti e contratti- ivi compresi quelli dei lavoratori dipendenti- facenti parte dell’azienda stessa.

Trasformazione

“La trasformazione è un’operazione straordinaria con la quale il soggetto giuridico risultante dalla trasformazione decide di modificare la propria struttura in una diversa forma, proseguendo in tutti i rapporti economico-giuridici della società originaria”

Fusione

“La fusione è un’operazione straordinaria con cui due o più società vengono riunite in un unico soggetto giuridico, già esistente ovvero di nuova costituzione, che prosegue in tutti i rapporti economico-giuridici delle società originarie; essa si compone di due diversi momenti: l’approvazione del progetto di fusione da parte delle assemblee delle società partecipanti e il vero e proprio atto di fusione- che produce effetti verso i terzi- in cui dovranno intervenire i rappresentanti legali per completare l’operazione.

La fusione può essere omogenea quando partecipano solo società ovvero eterogenea quando almeno uno dei soggetti partecipanti alla fusione è diverso da una società commerciale” ( es. associazioni, fondazioni, comunioni di imprese, consorzi e società consortili).

Scissione

“La scissione è un’operazione straordinaria con cui una società si divide, in tutto o in parte, in una o più società- già esistenti ovvero beneficiarie di nuova costituzione- che proseguono nei rapporti economico-giuridici prima facenti capo alla società originaria; essa si compone di due diversi momenti: l’approvazione del progetto di scissione da parte dell’assemblea delle società scissa e il vero e proprio atto di scissione- che produce effetti verso i terzi- in cui dovranno intervenire i rappresentanti legali per completare l’operazione.
La scissione può inoltre essere fatta in favore di una società preesistente o di una società di nuova costituzione e, in tal caso, l’atto di scissione dovrà avere tutti i requisiti per la costituzione della nuova società”

Aumento di capitale

L’aumento di capitale è l’operazione con la quale l’assemblea dei soci decide di aumentare il capitale sociale nominale, ossia, la parte di patrimonio sociale vincolata al perseguimento dell’oggetto sociale.
L’aumento si definisce oneroso quando comporta un ulteriore esborso economico da parte dei soci e può essere offerto anche a soggetti terzi che, sottoscrivendolo, entreranno a far parte della compagine sociale.
L’aumento si definisce gratuito quando non comporta un ulteriore esborso economico da parte dei soci in quanto essi decidono di destinare a capitale risorse già presenti nel patrimonio della società, qualificate come risorse disponibili.

Riduzione Capitale

La riduzione del capitale è l’operazione con la quale l’assemblea dei soci decide di ridurre la parte del patrimonio sociale vincolata al perseguimento dell’oggetto sociale.
La riduzione si definisce reale quando comporta il concreto rimborso di denaro/beni sociali in favore dei soci, decorso il termine entro il quale i creditori sociali possono fare opposizione.
La riduzione si definisce obbligatoria quando comporta una riduzione solo contabile del capitale sociale in quanto si sono già verificate delle perdite che costringono la società ad adeguare il capitale sociale alla situazione attuale del patrimonio netto.

Scioglimento e liquidazione

Lo scioglimento e la messa in liquidazione di una società sono gli atti necessari per predisporre la cancellazione della stessa dal registro delle imprese nel caso in cui si voglia cessare l’attività sociale; in questa fase è necessario definire i rapporti giuridici della società, estinguendo debiti e riscuotendo crediti.

Contattaci Subito

Compila questo campo
Compila questo campo
Seleziona un'opzione
Compila questo campo
Compila questo campo
Devi accettare i termini per procedere
Menu